Le mie donazioni

Qui puoi vedere le tue donazioni fatte per sostenere i nostri progetti.

Per favore, verifica la tua mail per accedere allo storico donazioni.

100% funded

Progetto Musica Amica Mia

Grazie a tutti i nostri donatori, abbiamo raggiunto il traguardo fissato.

 

Il Gemelli ART (Advanced RadiaSon Therapy), è l’Area di Radioterapia Oncologica del Polo di Scienze Oncologiche ed Ematologiche della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma. È un Centro altamente specializzato dotato di tecnologie all’avanguardia, laboratori di ricerca, spazi di formazione per medici e operatori, luoghi per le informazioni e per l’ascolto dei pazienti, che lo rendono uno dei centri europei più accreditati nella cura dei tumori.

Oltre alla competenza ed alla tecnologia, il Centro si propone di alleviare le sofferenze dei pazienti anche con la bellezza derivante dall’arte, con l’accoglienza, che si traduce nell’ascolto, nell’attenzione e nel coinvolgimento del paziente, senza tralasciare la dimensione religiosa che in molti rappresenta una risorsa per aggiungere speranza nei momenti più difficili del percorso di cura.
In un reparto, oltre alla cura delle relazioni individuali, è necessario anche un ambiente sereno, accogliente e che dia calore. Per questo il Gemelli ART ha sviluppato un piano assistenziale orientato al paziente attraverso il progetto “art 4 ART”. Sulle parete del Centro sono state allestite gli ambienti con dipinti artistici raffiguranti alcune delle bellezze di Roma come il Colosseo, l’Aventino e Villa Adriana, che conferiscono freschezza e calore.

“La tecnologia al servizio della conoscenza, la conoscenza al servizio dei paziente è questa la mission del Centro. La peculiarità del Gemelli ART è quella di essere un centro di assistenza nel quale si realizza il connubio ideale tra arte, tecnologia e assistenza e tutto questo con l’unico scopo di sollevare lo spirito dei nostri pazienti che si rivolgono al Gemelli in una fase difficile della loro vita. Abbiamo pensato all’ARTE, una cosa antica, da sempre presente nella storia dell’umanità. L’arte può essere il veicolo migliore per parlare al cuore del paziente, per farlo sentire accolto, rassicurato e partecipe di un percorso non facile che deve fare con noi”.
 (Prof. Vincenzo Valentini)

Questa iniziativa è supportata da numerosi studi condotti sul ruolo della musica nelle terapie che mostrano come la musica prescelta dal paziente riduce significativamente il dolore, l’ansia, la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. Al contrario gli effetti della musica non scelta dal paziente sono invece limitati alla sola riduzione della pressione sanguigna. Dagli tali studi nasce quindi l’idea di consentire ai pazienti di comporre a casa, o in sala d’attesa, tramite app le playlist di brani musicali che desiderano sentire durante le successive sedute di terapia quo0diana. Il sistema di chiamata sarà collegato al sistema musicale e avvierà, alla conferma del tecnico, la riproduzione automatica in sala di terapia i brani contenuti nella playlist prescelta dal paziente.